Image
07/02/2019 59 Visualizzazioni

L'assessore alla Mobilità del Comune di Cerignola richiede interventi concreti per la SP 77

PASQUALE MORRA A GATTA: BASTA PRESE IN GIRO!

“Gentilissimo Presidente, la comunità di Cerignola è stufa di essere trattata come figlia di un Dio minore. A differenza della grande attenzione che Provincia e Regione destinano alla viabilità del capoluogo o di altri grandi centri come San Severo, Cerignola è sistematicamente ignorata”. Si apre così la lettera che Pasquale Morra, assessore alla Mobilità del Comune di Cerignola, ha inviato al Presidente della Provincia, Nicola Gatta, in merito alle condizioni della strada provinciale 77 (Cerignola-Manfredonia). "C’è, in particolare, un tratto di 5km di competenza dell’Amministrazione Provinciale, così come la 77 nella sua interezza - collocato tra l’ex Macello (via Ascoli) e Cerignola Campagna dove si sono aperte voragini di considerevoli dimensioni: difficili da affrontare anche disponendo di un cingolato, figuriamoci di un mezzo di trasporto “normale”. Da dati certi sappiamo che la Polizia Municipale effettua una media di 2 interventi al giorno in seguito alla segnalazione di sinistri, in alcuni casi mortali, che si verificano su Via Manfredonia”, scrive Morra che prosegue: “Ma di tutto questo non frega nulla a nessuno. Per favore, non prendiamoci in giro perché qui non si tratta di qualche colata di asfalto a buon mercato ma di mettere in sicurezza il tratto in questione! È anche inutile parlare della strategicità di Cerignola nel sistema economico e produttivo di Capitanata se non conveniamo sul punto che questa arteria deve essere interessata da un intervento organico di riqualificazione e non rattoppata”. “Siamo disponibili a discutere, a trovare soluzioni condivise ma non ad essere presi ancora per i fondelli”, conclude Morra.

Condividi sui Social