Image
12/05/2018 413 Visualizzazioni

Battuta la Salernitana, venerdì si chiude a Frosinone

MAZZEO-GOL: FOGGIA, REGALO AI TIFOSI

Basta un gol di Mazzeo – peraltro salernitano doc – per superare le resistenze della Salernitana e congedarsi dallo Zaccheria con 3 punti che servono a blindare il nono posto e a spegnere nel miglior modo possibile le 98 candeline del club. Sotto lo sguardo dell’ex commissario tecnico, Giampiero Ventura, vince il Foggia. Il successo non cambia di una virgola la classifica ma rappresenta l’ultimo regalo stagionale ai tifosi, per i quali la sfida con i granata non è una come le altre.

La sfida non non mette nulla di importante in palio eppure i ritmi sono gradevoli e la voglia di vincere dei rossoneri è palpabile. Il Foggia parte subito all’arrembaggio e in pochissimi minuti sfiora il vantaggio almeno per 3 volte: gli avanti di Stroppa fanno tuttavia cilecca e sciupano. Il gol arriva poco prima della mezz’ora: combinano Mazzeo e Deli, poi ci pensa il bomber (al suo 18^ sigillo stagionale) con un diagonale chirurgico a trafiggere Radunovic e portare il Foggia avanti. È il gol che accende lo Zaccheria e che il Foggia custodirà fino alla fine.

Perché nella ripresa la squadra di Stroppa costruisce pure le occasioni per metterla al sicuro ma non riesce a trovare la via della rete. La Salernitana è tutta nei guizzi di Rosina, migliore in campo degli ospiti. Il Foggia soffre nell’arrembaggio finale dei campani che in verità grossi grattacapi a Noppert non ne procurano, se non con un’inzuccata sotto porta dell’ex Di Roberto, neutralizzata dal portiere olandese. L’urlo dello Zaccheria accompagna i rossoneri fino al quarto minuto di recupero. Che dà il via alle celebrazioni di una stagione positiva, caratterizzata da tanti eventi ma che va comunque festeggiata. Resta il rimpianto per qualche punto di troppo perso per strada, che avrebbe mandato il Foggia a giocarsi la A agli spareggi ma tutto sommato va bene così. Allo Zaccheria ci si rivede tra qualche mese...

Condividi sui Social