Image
12/12/2017 61 Visualizzazioni

Chiusi anche due esercizi pubblici. Operazione ad alto impatto che verrà ripetuta

MAXI CONTROLLO DELLA POLIZIA DI STATO AL QUARTIERE FERROVIA

Nella mattinata odierna, nel “Quartiere Ferrovia”, è stato effettuato un ennesimo servizio straordinario di controllo del territorio, con un dispositivo interforze disposto con ordinanza del Questore.

L’obiettivo specifico del servizio di sicurezza era quello di intensificare il controllo del territorio nell’area e di implementare la percezione di sicurezza da parte del cittadino, specie quello residente della zona, nell’ambito della politica della Polizia di Prossimità per e fra la gente, scoraggiando, con la presenza fisica e costante delle Forze dell’Ordine, qualsiasi forma di reato collegata ad una moltitudine di persone presenti su un’area relativamente grande, spesso, senza averne specifiche motivazioni.

Sinergicamente hanno concorso al controllo la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia Municipale, per un totale di 50 operatori impiegati. La operazione si inquadra nell’ambito di quanto analizzato in sede di comitato di ordine e sicurezza pubblica in Prefettura e operativamente tradotto in Questura.

La zona è stata completamente e temporaneamente interdetta al traffico per tutte le fasi delle operazioni di polizia, in particolare, le vie di accesso alla zona del cd.“Quadrilatero”, Via Fiume, Via Montegrappa, Via Isonzo, Via Trieste, Via Podgora, con equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, pattuglie dell’Arma dei Carabinieri, al fine di cinturare l’area interessata e consentire un accurato controllo di tutti i soggetti che stazionano nelle vie interessate, con il supporto di due Squadre del Reparto Mobile della Polizia di Stato.

L’operazione risponde anche ai numerosi esposti della cittadinanza e delle associazioni della stessa che hanno costantemente rappresentato le problematicità dell’area, il malessere degli abitanti, il degrado della zona, la presenza di numerose persone pericolose e moleste.

La Polizia Municipale, con il supporto delle Forze di Polizia, ha contemporaneamente svolto attività di contrasto all’ abusivismo commerciale.

Sono stati effettuati mirati servizi di controllo a esercizi pubblici della zona da parte della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura e della Polizia Municipale. In particolare sono stati eseguiti due provvedimenti di polizia di chiusura temporanea ex art. 100 Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, emessi dal Questore di Foggia, nei confronti dei seguenti esercizi commerciali, che sono stati sgombrati dalle persone presenti e fatti chiudere:

-è stato chiuso temporaneamente l’esercizio pubblico / Bar “BAR DANIELA”, sito in via Piave perché è stata sospesa dal Questore di Foggia per 15 gg. la relativa licenza, in considerazione del fatto che l’attività, oggetto di numerosi controlli da parte delle Forze di Polizia (da gennaio a dicembre 2017), è risultata essere abituale ritrovo di persone pregiudicate e pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica;

-è stato poi chiuso temporaneamente, sempre dal Questore con il provvedimento anzidetto dell’articolo 100 tulps, il Circolo privato denominato “OCK” sito in via Piave, 37 in considerazione del fatto che nel corso dei numerosi controlli di Polizia Amministrativa ( da settembre a dicembre 2017) è stato riscontrato che tra i frequentatori del Circolo vi sono numerosi soggetti pregiudicati, anche extracomunitari irregolari, frequentatori della zona, c.d. “Quartiere Ferrovia”, molti dei quali non risultano neanche iscritti regolarmente nel libro dei soci e neppure conoscevano le finalità dello stesso. Il Circolo, peraltro, non svolge alcuna delle attività ricreative, sportive e culturali previste.


Inoltre, e’ in corso di notifica ai titolari di n. 27 esercizi di vicinato, ubicati nel cd. Quadrilatero, una lettera con cui il Questore di Foggia ha ritenuto di diffidare i titolari degli esercizi di vicinato in argomento sulla necessità che gli stessi pongano la massima attenzione nella regolamentazione e disciplina dell’afflusso e del deflusso della propria utenza, allo scopo di evitare sovraffolamenti sia all’interno che nell’immediato esterno dell’esercizio, nonchè assembramenti e stazionamenti pericolosi, vigilando sulla vendita per asporto delle bevande alcoliche. Nel corso dei ripetuti controlli, infatti, è stato accertata la presenza di numerosi assembramenti di persone nelle prossimità dei citati esercizi di vicinato, un via vai immotivato di ingresso ed uscita dagli stessi, le porte di accesso sempre aperte, il consumo di bevande anche alcoliche immediatamente dopo l’uscita dai locali in questione, spesso rientrandovi dentro per acquistarne ulteriori. Detti assembramenti, molto spesso, costituivano bivacchi pericolosi ed indecorosi, con problematiche anche per la viabilità pedonale ed autoveicolare delle persone. Tale sollecito ė stato operato con l’avvertenza che, in caso in cui dovessero continuare assembramenti pericolosi dovuti alla mancata regolamentazione delle attività ed all’assunzione di corrette forme gestionali, potrebbero anche essi incorrere nel provvedimento di sospensione e chiusura temporanea dell’attività che, ai sensi dell’art. 12 bis del Decreto Legge n. 14/2017, il Questore può applicare anche agli Esercizi di Vicinato, chiudendo temporaneamente il locale, ferma restando la possibilità alla revoca della licenza da parte degli organismi comunali che hanno la competenza sulla materia.

Infatti, il Questore rimetterà una specifica segnalazione al Sindaco per la valutazione di provvedimenti amministrativi di competenza della predetta autorità, essendo il Comune l’organismo amministrativo competente per adottare atti inerenti la sicurezza urbana e per la regolamentazione delle attività.


Sono state elevate sanzioni, con contestuale sequestro di cibi avariati, nei confronti del titolare di un ristorante, sito in via Piave, a seguito di controllo da parte dei NAS dell’ Arma dei Carabinieri, per violazione delle norme igieniche e sanitarie

In totale sono stati identificati nel Quadrilatero 130 cittadini stranieri, di diverse nazionalità, molti dei quali senegalesi e della Costa D’Avorio. N 18 sono stati accompagnati in Questura per accertamenti relativi alla posizione sul territorio nazionale e sono al vaglio dell’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale. La Polizia Municipale ha contestualmente emanato tre ordini di allontanamento nei riguardi di persone che sostavano senza titolo con bivacco e mercanzia sui marciapiedi, occupando la strada, e ha proceduto a due sequestri di materiali vari.

La serrata attività di prevenzione e controllo nel Quartiere Ferrovia proseguirà in maniera sistematica ogni settimana per la risoluzione definitiva delle problematiche di sicurezza nell’area, per quanto di competenza della Polizia di Stato e delle Forze di polizia, ferma restando la necessità di interventi amministrativi di carattere generale di competenza di altri organismi.

Analogamente sono in atto sistematiche operazioni di polizia dirette a contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e dell’abusivismo in genere su strada, su tutto il territorio del comune capoluogo, nessuna area esclusa, spesso posti in essere da pregiudicati, nei cui riguardi le Forze di Polizia intendono adottare la tolleranza zero essendo queste attività espressione di illegalità diffusa, talvolta, anche in collegamento con la criminalità di alto livello. Sono in via di pianificazione anche mirati controlli agli esercizi pubblici ed ai circoli privati nel centro storico di Foggia, ove spesso si registrano forme irregolari ed illegali di vendita e somministrazione di bevande alcoliche ed alimenti fuori dagli orari. Anche nei riguardi di questi esercizi vi sarà tolleranza zero nel segno dell’innalzamento della legalità nella città di Foggia e nella intera provincia.


Condividi sui Social