Image
29/05/2018 111 Visualizzazioni

Tra gli accapo anche il Piano di interventi manutenzione stradale e quello dei rifiuti speciali

LA PROVINCIA DI FOGGIA APPROVA IL RENDICONTO DI GESTIONE

Nella seduta odierna il Conisglio Provinciale ha approvato a maggioranza gli accapi che riguardavano: l’esame ed approvazione del rendiconto di gestione per l'esercizio 2017 e relativi allegati. L’approvazione del conto consuntivo per l'esercizio finanziario 2017 della Scuola di Protezione Civile della Provincia di Foggia;

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto del 16.02.2018 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 maggio 2018, n.100 - "Finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di province e città metropolitane"- Approvazione programma straordinario di manutenzione della rete viaria della Provincia di Foggia, per l'annualità 2018 - autorizzazione all'utilizzo delle risorse;

Piano regionale gestione rifiuti speciali. Disposizioni circa la adozione dei criteri provinciali per la localizzazione degli impianti per il trattamento, lo smaltimento e il recupero anche artt. 214-216 D. Lgs 152/06 e DPR 59/2013 e Impianti di Discarica. Indirizzi provvisori inerenti i procedimenti relativi al rilascio delle autorizzazioni provinciali.

Il Consiglio ha approvato all’unanimità l’accapo che riguardava l’aggiornamento del Regolamento relativo al funzionamento della Commissione locale Paesaggio. LR 20/2009 3 ss. mm. ii.

All’appello del Segretario Generale, Giacomo Scalzulli, erano presenti oltre al Presidente Francesco Miglio, il Vicepresidente Rosario Cusmai ed i Consiglieri: Pasquale Cataneo, Leonardo Cavalieri, Gaetano Cusenza, Giuseppe Mangiacotti, Giuseppe Pitta, Angelo Riccardi, Pasquale Russo, Joseph Splendido e Raimondo Ursitti.

Durante la discussione degli accapi sono in intervenuti: il Presidente Miglio, il Vicepresidente Cusmai ed i Consiglieri: Cataneo, Cavalieri, Cusenza, Pitta, Riccardi, Russo ed il Dirigente del Settore Assetto del Territorio e Ambiente, Stefano Biscotti.


Condividi sui Social