Image
12/03/2018 131 Visualizzazioni

Ricorre il primo anniversario della morte del dirigente regionale

LA DIREL RICORDA STEFANO FUMARULO

"Un grande vuoto per ricordare un grande esempio" sostiene la Direl nel giorno del primo anniversario della morte di Stefano Fumarulo, scomparso improvvisamente un anno fa a causa di un aneurisma dell'aorta. " È un dovere ricordare un collega di altissimo profilo come Stefano, perché lui andava sempre oltre i suoi compiti, dava l'anima per difendere gli ultimi, si batteva per portare il sistema al fianco dei deboli anche quando la burocrazia inaspriva le distanze con inspiegabili ritardi. Stefano era un dirigente serissimo .Ripensare a lui oggi spacca il cuore perché, al di là di ogni retorica, Stefano era riuscito a dare un senso alla funzione come pochi", dichiara Micky dè Finis, Segretario Regionale della Direl Puglia che ha indetto per oggi una seduta dei propri quadri dirigenti per ricordare l'amico, il collega e il suo indimenticabile impegno pubblico. " Oltre la creazione di un premio alla memoria,la Direl promuoverà con la Regione e il Comune di Bari,enti dove svolse le funzioni dirigenziali Fumarulo, l'istituzione di una borsa di studio sul tema delle politiche pubbliche e delle buone prassi", preannuncia dè Finis. Le iniziative anticipate dalla direzione regionale della Direl per ricordare Stefano Fumatulo saranno illustrate nel corso del primo attivo-quadri della Federazione Direl in programma a fine a prole a Foggia e a maggio a Lecce. Per oggi, alle ore 12, l'invito rivolto ad amministratori, dirigenti ed operatori della pubblica amministrazione ad osservare un minuto di silenzio per ricordare Stefano Fumarulo, il suo esempio bellissimo di servire la comunità.

Condividi sui Social