Image
09/06/2018 76 Visualizzazioni

Sabato 16 giugno a partire dalle 19 presso la Casa dell'esposizione in via Buozzi a Cerignola

IL SANTO E IL GIGLIO

Sabato 16 giugno 2018, a partire dalle ore 19.00, si terrà presso la Casa dell’Esposizione in via Bruno Buozzi n. 18 a Cerignola l’evento Il santo e il giglio, organizzato dal Centro Ricerche di Storia ed Arte “Nicola Zingarelli”. Quest’evento consiste nella presentazione di un disegno dell’artista Prof. Salvatore Delvecchio, stampa litografica a tiratura limitata acquerellata a mano, con a tergo una scheda documentale dal titolo: “La devozione verso san Luigi Gonzaga a Cerignola” curata dal Dott. Angelo Disanto, storico cerignolano e Presidente del Centro Ricerche di Storia ed Arte “Nicola Zingarelli”.

La litografia, stampata dall’Azienda Grafica Litograf di Cerignola, sarà presentata dal Prof. Salvatore Delvecchio e dal Dott. Angelo Disanto, il quale, a seguito di una ricerca condotta anche su fondi manoscritti, illustrerà l’intensa devozione che il popolo serba verso il santo dei giovani, segno tangibile della storia religiosa della città.

Per l’occasione sarà in mostra anche un dipinto del Prof. Salvatore Delvecchio, olio su tela cm 60x80, raffigurante san Luigi Gonzaga. Il tutto resterà in esposizione fino al 21 giugno.

Questa iniziativa assume un significato importante per il rapporto storico-religioso che lega il santo gesuita a Cerignola, la città del Venerabile don Antonio Palladino (1881-1926), il quale nella sua vita incarnò la dottrina sociale della Chiesa sulla questione operaia, sulla scia dell’enciclica Rerum novarum del 15 maggio 1891 del papa Leone XIII. Nel contesto di povertà e sfruttamento di cui soffrivano i lavoratori alla fine del XIX secolo, questo papa mirava a sottrarre il movimento operaio al monopolio dei socialisti. Vista la consolidata devozione verso san Luigi, già documentata in Cerignola sin dalla seconda metà dell’Ottocento mediante una sua statua esposta nell’antica chiesa dei Cappuccini, il Palladino nel 1909 fondò il Circolo Cattolico Giovanile “S. Luigi Gonzaga”, organizzazione d’impegno sociale per coagulare le forze cattoliche giovanili dei ceti più deboli della città. Intendeva così “lavare i piedi” al mondo non solo episodicamente, ma in tutti i giorni della sua esistenza, come “Chiesa che serve”.

Condividi sui Social