Image
11/02/2019 65 Visualizzazioni

Un pareggio col Pescara che sa di beffa, la vittoria casalinga manca da 2 mesi

IL FOGGIA CONVINCE MA NON VINCE

Buona prestazione casalinga per gli uomini di Padalino, che contro la quarta forza del campionato cadetto – la squadra abruzzese è stata superata in classifica dal Benevento – arrivano ad un pareggio quasi immeritato per gli ospiti. In grande spolvero Deli, che sta tornando in forma ottimale, autore di un gol di pregevole fattura, che ha portato i satanelli in vantaggio sul finire del primo tempo. Il secondo tempo inizia come si era concluso il primo. Iemmello dopo 3 minuti colpisce un palo, mettendo fuori causa il portiere pescarese Fiorillo, il migliore per gli ospiti, autore di alcune parate importanti su Busellato prima e sul solito Iemmello, dopo, servito ottimamente da Galano. Il Pescara trova il pareggio, con il vicecapocannoniere del campionato, Mancuso grazie ad un rigore – molto generoso – assegnato da un incerto arbitro Volpi, per un fallo di Billong sullo stesso attaccante del Pescara. Il Foggia accusa il colpo, ma il Pescara non ne sa approfittare sbagliando una palla-gol nel finale. Una sconfitta sarebbe stata troppo crudele, per una squadra che sta dimostrando di aver intrapreso la strada verso la salvezza. Il successo casalingo manca da 2 mesi, troppo tempo per uno stadio e un pubblico che ha sete di vittoria. Il Foggia sarà ospite del Padova, ultimo in classifica, sabato 16 febbraio alle 15:00. Sarà importante conquistare i 3 punti per uscire dalla zona play-out, visto che il Cosenza ospiterà la Cremonese e il Livorno – stessi punti del Foggia - andrà a Lecce. La squadra è in crescita, attediamo con fiducia il salto definitivo.

Condividi sui Social