Image
20/02/2019 343 Visualizzazioni

Al Garibaldi continua la mostra fotografica dedicata ai momenti più significativi passati

FRANCESCO MEONI A LUCERA

Dopo l’incanto dei racconti di vita di Piera Degli Esposti e la presenza magnetica di Fabrizio Gifuni nel suo corpo a corpo con Julio Cortazar e Roberto Bolaño, parole, musica e poesia tornano sul palco del Teatro Garibaldi di Lucera, grazie allo spettacolo scritto diretto e interpretato da Francesco Meoni, attore poliedrico e appassionato, quest’anno in tournée anche con il Don Chisciotte di Alessio Boni e Marcello Prayer. Anteprima pugliese, in esclusiva per Lucera, “Once I was...Oltre la storia di Tim e Jeff Buckley”, è il terzo appuntamento di PrimaVera al Garibaldi 2019, la stagione teatrale del Comune di Lucera a cura di Fabrizio Gifuni e Natalia Di Iorio. Realizzato in collaborazione con Società per Attori, lo spettacolo di Francesco Meoni – in scena il prossimo lunedì 25 febbraio alle 20.30 nel Teatro Garibaldi di Lucera - nasce dalla biografia dei due musicisti americani, padre e figlio segnati dall’inevitabile, gocce pure in un oceano di rumore come ha affermato Bono Vox, vissuti fra gli anni ‘60 e gli anni ’90, per poi spaziare con la fantasia e soprattutto con il cuore. A raccontare il rapporto tra la città di Lucera e il suo teatro, invece, continua nel Foyer del Teatro Garibaldi la mostra fotografica con i momenti più significativi delle passate edizioni. La mostra resterà aperta per tutta la durata della stagione. Ventotto scatti realizzati da Esther Favilla, che riprendono momenti di backstage, alcuni ritratti realizzati durante le prove e tutti gli spettacoli che si sono alternati nel corso dei mesi. In mostra anche alcuni scatti di Fabrizio Gifuni realizzati durante lo spettacolo “Ragazzi di vita” tratto dall’opera di Pier Paolo Pasolini, andato in scena, sempre al Garibaldi, per la chiusura della quattordicesima edizione del Festival della Letteratura Mediterranea. La stagione teatrale “PrimaVera al Garibaldi 2019” è organizzata dal Comune di Lucera e dal Teatro Pubblico Pugliese.

Condividi sui Social